Pulire le orecchie e sciogliere i tappi di cerume

Scopriamo quale è il metodo più efficace per pulire le orecchie e nel caso sciogliere il tappo di cerume. Vediamo di fare chiarezza e individuare un metodo semplice per curare l’igiene delle nostre orecchie.

Scopriamo il Miglior Medicamento per la pulizia delle orecchie!

La produzione di cerume che “sporca” il meato acustico esterno è fisiologica ed ha una funzione protettiva.

La pulizia dell’orecchio deve mirare ad eliminare solo l’eccesso di cerume puntando a mantenere un sottile film protettivo. Cerchiamo di preservare un leggero strato di cerume nel condotto uditivo .

La quantità di cerume che una persona produce è soggettiva e non è uguale per tutti. Dipende dalla genetica, dalle abitudini, dai luoghi frequentati.
Il metodo e la frequenza con cui curiamo l’igiene delle nostre orecchie deve andare incontro alle nostre esigenze fisiologiche.

Pulire le orecchie con il cotton fioc

Pulire le orecchie con il cotton fioc è una pratica molto utilizzata ma poco corretta.
Si dovrebbe cercare di limitare l’uso dei bastoncini con il cotone il più possibile.
Con questo “strumento” molto spesso facciamo più danni che benefici.

Il rischio è quello di spingere il cerume sul fondo del condotto uditivo, formando alla lunga un tappo prima del timpano. Inoltre, se troppo energici e se andiamo troppo in profondità rischiamo di danneggiare la membrana timpanica.
I cotton fioc sono utili per pulire solo ed esclusivamente la parte esterna dell’orecchio:

  • risulta perfetto per passare tra le pieghe del padiglione auricolare
  • si può utilizzare per asciugare le orecchie dopo un bagno o un lavaggio auricolare.

Ho trovato questo video, in inglese, che spiega molto bene e in modo simpatico l’uso del cotton fioc, clicca qui.

Pulire le orecchie con l’acqua (lavaggio auricolare)

L’acqua per la pulizia delle orecchie è la sostanza migliore.
Questo per quanto riguarda sia la pulizia quotidiana sia per eliminare i tappi di cerume.
I tappi di cerume più ostici prima vanno ammorbiditi con sostanze specifiche, poi per eliminarli, si devono praticare dei lavaggi con acqua. Tratterò le sostanze specifiche nelle righe successive.

Sembra banale, ma l’acqua, l’acqua di mare o l’acqua termale riescono a sciogliere il cerume.
Utilizzare l’acqua tiepida del rubinetto è uno dei metodi per pulire le orecchie “fai da te”, ma se fatto nel modo corretto risulta efficace, comodo e rapido.

In commercio esistono anche delle candele, pratiche, ma sembrano essere meno efficaci.

Per lavare le orecchie con l’acqua tiepida possiamo utilizzare una siringa, senza ago e piuttosto grande, 10-20ml oppure una peretta (una pompetta, quelle arancioni in gomma).

In commercio ci sono anche moltissimi spray, che contengono acqua marina o termale. Queste sono acque ricche di sali e possono sciogliere maggiormente il cerume, inoltre lo spray già pronto può essere comodo e pratico, per chi è di corsa o fuori casa.

Lavaggio auricolare

Vediamo come pulire le orecchie con l’acqua, come fare un lavaggio auricolare:

  1. Riempire la siringa o la peretta con acqua tiepida (circa 37°C)
  2. Inclinare il capo sul lavandino, o sopra la vasca da bagno o dentro la doccia, in modo che l’orecchio da lavare guardi verso il basso
  3. Spruzzare delicatamente l’acqua puntando la siringa o lo schizzetto verso l’alto
  4. Ripetere l’operazione almeno 3-4 volte per orecchio
  5. Finito il lavaggio, asciugare l’orecchio.

Pulire le orecchie con uno schizzetto o la siringa e l’acqua, nella nostra igiene può essere sufficiente a prevenire tappi di cerume.

Pulire le orecchie con olio emolliente

Se necessario l’eccesso di cerume può essere ammorbidito mettendo nel canale dell’orecchio qualche goccia di olio d’oliva oppure di olio di mandorle (mettere le gocce nell’orecchio = l’instillazione endoauricolare). Questa pratica può risultare molto efficace e causa meno spesso irritazioni.

L’instillazione di sodio bicarbonato è ugualmente efficace ma può creare secchezza del canale auditivo.

In commercio sono disponibili molti preparati per ammorbidire il tappo di cerume. Oltre all’olio di mandorle possono contenere dimetilbenzene, sodio docusato o perossido di idrogeno e urea.

Pulire le orecchie da un tappo di cerume

La prima domanda a cui rispondere è: siamo sicuri che abbiamo un tappo di cerume? Proviamo a sciogliere anche qualche dubbio oltre che il tappo di cerume.

Per capire se abbiamo o meno un tappo di cerume all’interno dell’orecchio dobbiamo prestare attenzione e valutare la presenza dei sintomi caratteristici.
Per qualsiasi dubbio, ricordiamoci che i nostri medici hanno un otoscopio, strumento con il quale riescono facilmente a vedere il timpano e se abbiamo o meno un tappo di cerume.

Sintomi tappo di cerume

I principali sintomi della presenza di cerume sono:

  • Prurito del canale uditivo
  • Calo dell’udito
  • Percezione dei suoni ovattata
  • Sensazione di orecchio pieno

ATTENZIONE: i sintomi possono essere simili a quelli di un’otite con la differenza che il tappo di cerume non provoca nessun dolore.

Il prurito accompagna spesso un orecchio che, di base è poco curato dal punto di vista igenico. Cercate di grattare sempre e comunque il meno possibile, anzi MAI!

ATTENZIONE: asciugare l’interno delle orecchie dopo l’igiene personale o dopo un bagno al mare o in piscina, perché se rimane bagnato o umido, alla lunga potrebbe causare la proliferazione di una leggera micosi (presenza di funghi) sulla pelle interna del canale uditivo. Questa porta ad una infiammazione dell’orecchio che spesso è confusa con dermatite (infiammazione della pelle) e provoca prurito.

Pulire le orecchie da un tappo di cerume: metodo naturale

Una volta accertata la presenza di un tappo di cerume dobbiamo eliminarlo, pulirlo, scioglierlo.
Come pulire le orecchie da un tappo di cerume in modo corretto senza rischiare danni?
Sicuramente per farlo dobbiamo munirci di molta attenzione, delicatezza e pazienza.
Vediamo passo dopo passo quali sono i passaggi:

Materiali

  • Gocce emollienti, come visto in precedenza, olio di oliva, olio di mandorle o simili
  • Siringa 10-20 mL (senza ago) o peretta per lavaggio
  • Batuffolo di cotone (non indispensabile)

Procedimento

  1. Inclinare il capo, portando l’orecchio interessato verso l’alto. Mettere 3-4 gocce di olio emolliente nell’orecchio. L’ideale sarebbe aspettare qualche minuto con la testa inclinata, almeno 5-10 minuti. Si possono far agire anche per più tempo, per esempio durante la notte, tappando il condotto uditivo con un batuffolo di cotone.
  2. Dopo aver permesso alle gocce di penetrare e agire, fare un lavaggio dell’orecchio (lavaggio auricolare), come illustrato in precedenza, con l’acqua tiepida e una siringa o una peretta.
  3. Asciugare delicatamente l’interno dell’orecchio
    Questa operazione è fondamentale dopo ogni applicazione delle gocce.

In alternativa alla siringa e all’acqua, come già anticipato in commercio ci sono degli spray di acqua marina o termale.

Possiamo ripetere l’intero procedimento 2-3 volte al giorno, anche fino a 5 giorni.

Con questo semplice metodo si possono trattare 2 orecchie contemporaneamente, si possono pulire le orecchie ai bambini e anche agli animali.
Ricordo che i tappi di cerume possono venire più facilmente alle persone che portano protesi acustiche o se si utilizzano molto gli auricolari o i tappi per le orecchie.

ATTENZIONE in caso di otiti, irritazioni o qualsiasi altra patologia possa riguardare le orecchie.

Stiamo sempre con le orecchie aperte!

Le chiavi della salute di Miglior Medicamento

Grazie per la lettura!